Anno 130 - Dicembre 2018

Ordo Virginum: che significa?

Vivo sola oramai da 9 anni, da quando mio marito è morto a seguito di un incidente stradale. Avendo i tre figli ormai sistemati, mi ritrovo con parecchio tempo libero e - fra le altre cose - mi dedico anche in parrocchia nell’addobbare la chiesa con i fiori, nel fare le pulizie in oratorio e nell’andare a trovare due signore anziane disabili.

Il parroco, giorni fa, mi ha lanciato la proposta di entrare a far parte dell’Ordo Virginum, presente nella nostra diocesi. Ho intuito che si tratta di una scelta indirizzata a persone che hanno maturato una certa spiritualità interiore, ma che significa concretamente?

F.B. (Torino)

 

Carissima, nella Chiesa l’Ordo Virginum è una realtà che permette alle donne di consacrare a Cristo la propria verginità per il servizio della Chiesa. È una forma di vita consacrata ristabilita dopo il Concilio Vaticano II per consentire alle persone di esprimere la propria consacrazione a Dio in modo più personale e nel rispetto della propria sensibilità e storia senza necessariamente entrare in una comunità con tutte le sue strutture.

Accanto all’Ordo Virginum c’è anche l’Ordo Eremitarum, pensato per uomini e donne che vogliono vivere una vita di maggiore preghiera e raccoglimento.

Già nell’antichità oltre a queste due forme di consacrazione c’era pure quella dell’Ordo Viduarum (rivolto alle persone vedove). In alcune diocesi ci sono delle sperimentazioni per permettere a vedove e a vedovi di consacrare la propria vedovanza nella preghiera e nel servizio. Ed è forse quest’ultima possibilità che potrebbe essere la più adatta per la sua situazione.

Archivio giornaleLeggi tutto