Anno 132° - Febbraio 2020

Orme nella neve: voci nel silenzio

Germano Bertin

Il naso schiacciato sulla finestra. Lo sguardo incantato, felice, silenzioso, rapito a inseguire la danza imprevedibile della neve che scende dal cielo! Immagini, ricordi indelebilmente impressi nella memoria di ciascuno. Ci si rivede bambini. Ancora oggi quello sguardo può tornare e farsi presente, facilmente. Troppo bello. L’incanto, lo stupore, la gioia, incontenibili, crescono da dentro: e piano piano, si vede ogni cosa prendere una forma nuova, quasi una caricatura di…

Leggi tutto

Archivio giornaleLeggi tutto