Anno 131° - Luglio/Agosto 2019

Destinazione: andare guidati da bagliori

Germano Bertin

Spalle a terra. Testa rilassata, appoggiata sul terreno. Occhi chiusi. Mani lungo il corpo, con il palmo rivolto verso l’alto. Orecchi aperti. Silenzio. Sosta. Appoggiati sopra un prato d’alta quota. Oppure raccolti su una morbida coltre di sabbia sottile in prossimità del mare inquieto. Cosí, spesso, piú facilmente accade di percepire cose che diversamente non si riesce a cogliere. Soprattutto se intorno è buio è piú facile aspettare, ascoltare, accogliere.…

Leggi tutto

Archivio giornaleLeggi tutto